Direct Email Marketing – DEM

Direct Email Marketing

L’E-mail marketing è un tipo di marketing diretto che usa la posta elettronica come mezzo per comunicare messaggi commerciali (e non) al pubblico.

// Premessa d’obbligo: la qualità del database dei contatti a cui inviare le email

Prima di pensare di effettuare una campagna DEM, è necessario valutare il database dei contatti a cui vogliamo indirizzare la nostra comunicazione. Ormai le nostre caselle sono piene di messaggi ogni giorno, e anche se lo SPAM non è stato e non sarà mai debellato, la qualità dei sistemi di posta elettronica più comuni e migliori (Google Apps for business o Gmail giusto per rammentare il sistema più diffuso e completo) ci permette di leggere messaggi indirizzati espressamente solo da mittenti conosciuti. Magari abbiamo effettuato frettolosamente un’iscrizione ad un sito di annunci, e dopo qualche giorno ci troviamo messaggi che citano il nostro nome, ma in teoria indesiderati.

Un utente che legge posta da smartphone come da desktop, in genere legge messaggi solo se l’oggetto è di interesse, e il mittente che spedisce è credibile o a lui noto. Pertanto, se decidiamo di attuare una campagna di Direct Email Marketing, è necessario preoccuparsi della qualità del database a disposizione o acquisito.
I flag che stanno sotto le form di iscrizione spesso celano la possibilità che un determinato sito possa rivendere tali dati a banche dati o aziende che forniscono indirizzari.

Capita quindi che un utente sia oberato di messaggi email, che seppur meno invasivi di SMS o telefonate, possono comunque essere non letti se privi di apparente contenuti di interesse.
E’ importante risolvere in anticipo il problema.

// fine premessa

Identificato l’obiettivo della comunicazione DEM, considerato che il database a disposizione (creato o acquisito) sia idoneo a ricevere messaggi, inizia il duro lavoro dello stratega del direct email marketing.

La credenza popolare è che sia sufficiente scrivere una mail e mandarla a tutti! Eh no, nei rapporti profondi e nei progetti di qualità, non ci si limita a questo.
Come una catena di montaggio (INTELLIGENTE) il copywriter avrà il compito di declinare il contenuto in forma testuale, contenente le informazioni essenziali. Il graphic designer dovrà, non solo trasformare il contenuto e il richiamo all’azione (Call-To-Action) in immagini, ma dovrà anche produrre l’html da inserire in software di creazione newsletter per spedire la mailing list.

La perfezione (nel design) si ottiene non quando non c’è nient’altro da aggiungere, bensì quando non c’è più niente da togliere.

Prima di essere spedito il messaggio passa dalle sapienti mani del revisore (marketing manager, responsabile aziendale o chi ne fa le veci), corregge e invia ad un piccolo gruppo di utenti. Si, avete letto bene, un PICCOLO gruppo di utenti. Per testare l’efficacia, la reattività e altri piccoli ma determinanti aspetti (meglio ancora se si hanno risorse per effettuare A/B test, o se il sistema a disposizione fornisce questo servizio).Bene, adesso possiamo di spedire il messaggio. (FERMI TUTTI! Abbiamo fatto un controllo su come si visualizza su smartphone? Il 37% delle email in Italia nel Maggio del 2013 – *Fonte Nielsen – è stato aperto da uno smartphone. Abbiamo inserito i codici di tracciamento??!). A questo punto possiamo terminare il processo di montaggio e controllo qualità e spedire!

Dopo qualche anno e centinaia di migliaia di email inviate, queste procedure, e molte altre, sono nel DNA di un’agenzia che fa DEM e servizi a valore aggiunto per i propri clienti.

Esempi di newsletter

Il nostro lavoro però non termina qua: dobbiamo focalizzarci sull’analisi della mail, verificandone la rispondenza agli obiettivi, oltre al comportamento degli utenti sulle landing pages previste o alla vera e propria efficacia rispetto all’azione/obiettivo desiderato.

HT&T Consulting profila gli utenti target per i propri clienti, mediante numerose attività di gestione vecchi e nuovi contatti per attuare e pianificare campagne di Direct Email Marketing mirate al raggiungimento dei propri obiettivi.

HT&T si prefigge, per le campagne di Direct Email Marketing che attua e gestisce, di avere un flusso ed un volume di visite elevato e di qualità dai messaggi inviati.

HT&T è rivenditore MailUp ma utilizza indistintamente altri software più o meno conosciuti a seconda delle esigenze specifiche.

No spam, No ai navigatori spaesati finiti sul sito per sbaglio, Sì agli utenti già qualificati e potenzialmente interessati alla brand e ricettivi ai messaggi inviati.